IDENTITA', IDENTIFICAZIONE E IDEALE





Benvenuti!
Iniziamo con il precisare che i termini che useremo in questa sede sono utilizzati dalla psicologia e da varie tradizioni e scuole di pensiero in vari modi. Io non sono una psicologa e utilizzo questa terminologia in un dato modo che vado ora a spiegare, sperando di non scivolare nell'eccessiva superficialità e banalizzazione.
Ma ribadisco questo non è e non vuole essere un trattato di psicologia ... vuole solo essere uno spunto per riflettere su alcune cose e - al solito- cercare di vivere se stessi in pieno e più liberamente possibile.

Identità: Il complesso dei dati personali caratteristici e fondamentali che consentono l'individuazione o garantiscono l'autenticità. Comprendere la propria identità è un passo fondamentale per riconoscere la propria natura profonda e cercare di rispettarla il più possibile. Questa identità trae spunto in special modo dall'osservazione dei fatti: io ho i capelli e gli occhi castani, tendo ad essere in sovrappeso, mi piacciono i cavalli e la poesia e in questo periodo amo stare da sola.  L'identità ci permette di riconoscere chi siamo nel "qui ed ora", senza divagazioni eccessive su chi eravamo ieri e chi saremo domani. Avere un'identità stabile ci permette di riconoscerci allo specchio. Di trovare coerenti la nostra vita e i nostri valori nel profondo. E' un processo di riconoscimento che spesso non ha mai fine, perché mentre si modificano intorno a noi situazioni e relazioni, così noi di volta in volta possiamo vedere quali sono le nostre azioni e reazioni. Avere una forte identità personale è quindi un passo fondamentale per essere centrati e realizzati. Nello stesso tempo appare come un movimento fluido sempre in cambiamento, perché l'identità viene conosciuta di volta in volta osservando le nostre emozioni, i pensieri e le azioni.

Identificazione: In psicologia l'identificazione è un processo per il quale un individuo si considera uguale a un altro. Estendendo il concetto quindi parlo di identificazione come del processo nel quale io per avere un identità che riesco ad accettare ho bisogno di identificarmi con religioni, pensieri politici, gruppi di amici, gruppi sociali, in pieno. Ma nessuno può essere uguale ad un altro e rispecchiare in toto un archetipo risulta fuorviante perché porta a smettere di essere una persona per iniziare ad essere un personaggio. Spesso senza senso critico e senza reale autenticità. In genere ogniqualvolta non riconosciamo più che in quel gruppo, in quel pensiero, esiste una parte che non ci risuona, ogni volta in cui pre-giudichiamo qualcosa o qualcuno perchè aderisce o meno a un nostro concetto, stiamo cedendo la nostra identità reale a favore dell'identificazione con qualcosa che sta fuori di noi. Quando queste strutture esterne cadono, e oggi le stiamo vedendo crollare tutte una dietro all'altra, se la mia identità non è frutto di un nocciolo interno profondo, ma dell'identificazione con uno status ( io sono di sinistra, io sono la moglie di, io sono impiegata, io sono cristiana, io sono ricca ) quando quello status esterno crolla io mi distruggo.
... E non so se notate che religioni, partiti, lavori, soldi e relazioni sono in questo periodo un pò messi a dura prova ...

Ideale: l'ideale è un concetto astratto.
E' qualcosa che non riguarda l'identità, perché è la tensione dell'uomo ad andare oltre se stesso. ma non riguarda nemmeno l'identificazione, perché trascende tutti i gruppi e le idee.E' l'ambizione a trascendere i propri limiti e si estende intorno al singolo per andare a giovare alla collettività intera. L'ideale ha a che fare con la Giustizia, il Coraggio, la Speranza, con la Saggezza, con l'Amore, con la Moderazione. Quando le persone non credono più in nulla, diventano teneri bersagli per gli scopi di ogni altro. Diventiamo manipolabili, fragili, spesso cinici.

Pensateci ogni volta in cui vi dicono di andare oltre alle parti.
Chi siete?
Con che gruppo vi state identificando?
Quali sono i vostri ideali profondi, dalla vostra Anima e del vostro Cuore?

Buon lavoro! e buon Week end

Sara Cabella
Riproduzione consentita solo con citazione della fonte https://lasorgenteeladea.blogspot.com/

Sono davvero lieta di invitarvi tutti al Seminario di 1 Livello Reiki che terrò Sabato 20 Ottobre e Domenica 21 Ottobre a Genova centro in Meridiana asd dalle 10 alle 17/18.
Il seminario è a numero chiuso di almeno 4 persone a un massimo di 8.
Per info e prenotazioni contattatemi quindi al più presto e comunque entro e non oltre lunedì 15
in chat privata su FB dopo avermi chiesto l'amicizia a https://www.facebook.com/sara.cabella
o via mail a saracabella@gmail.com
o su cell al 3487228199

Commenti

Post popolari in questo blog

LA VOLPE: ANIMALE TOTEM

NON SPIEGARE A CHI NON VUOLE CAPIRE

IL PURO AMORE DELLA MAESTRA ASCESA LADY ROWENA