REIKI: CONNESSIONE PROFONDA FRA TE E IL COSMO






Reiki è stato il primo incontro che ho avuto in modo consapevole con le energie sottili.

Accadde più di 14 anni fa durante il corso di Naturopatia che stavo seguendo e per me è stato scoprire un mondo fantastico!

L'ideogramma di Reiki deriva dalle due parole Rei ( energia primordiale e Divina) e Ki( energia vitale dell'individuo). Unite insieme portano a spiegare già di per sé lo scopo e il principio di Reiki, cioè mettere in comunicazione la propria energia personale con l'energia dell'universo e della Sorgente. Reiki è un'esperienza molto soggettiva che varia da persona a persona. Durante il seminario tramite meditazioni, scambi e le quattro iniziazioni che vengono condivise l'energia individuale si alza, aumenta la sua frequenza, portando all'apertura dei canali di Reiki e al passaggio di questa energia che porta cura e amore, luce in ogni aspetto del nostro essere.

Portare luce significa accendere una luce dove prima c'era buio.

Se noi abbiamo una cantina in cui non entriamo da molto tempo accendere una luce può voler dire vedere che in quella cantina c'è disordine, magari c'è qualcosa che non ci serve più e quindi è meglio buttarlo via. Magari invece troviamo solo polvere da pulire ma poi tutto è in ordine e anzi recuperiamo qualcosa che da tempo cercavamo e non trovavamo! Tutto è possibile quando la luce viene accesa e noi possiamo vedere dove prima non guardavamo nemmeno!

E questo è il principio senza il quale non ha senso iniziare un percorso con Reiki.

I canali che noi apriamo iniziano nei giorni successivi all'attivazione a risvegliarsi e tornare a fluire. Mentre questa energia scorre porta via tutti gli intoppi che prima bloccavano il fluire: pregiudizi, insegnamenti, vincoli, per tornare a godere di quelle capacità che ogni essere umano, in quantità e modalità soggettive e personali, possiede.

Dipenderà poi dal singolo come utilizzare questo dono.

una volta aperti i canali del Reiki in qualsiasi momento potete utilizzare Reiki, anche dopo anni. Certo è che più voi portate avanti un costante lavoro con l'energia autotrattandovi nei 21 giorni seguenti all'attivazione e trattando chi sta intorno a voi, partecipando a scambi Reiki etc, più diventerete in grado di percepire e utilizzare questa energia in modo sciolto. E qui sta questa caratteristica di Reiki che io così tanto apprezzo: se utilizzato con costanza vi dà la possibilità di fare esperienze dirette, di sperimentare voi quello che accade, senza bisogno di dovervi appoggiare all'ausilio di qualcuno.

Certo consiglio di fare scambi in gruppo con un Master che vi può agevolare e aiutare nella comprensione di quello che accade in voi e intorno a voi, ma poi sarete voi a decidere cosa farne di Reiki e vedere cosa porta e apporta nella vostra vita!

Il mio consiglio è: non limitatevi a prendere i livelli come fossero semplici attestati da esporre in vetrina! Non lasciate Reiki in un cassetto! Dopo il seminario, Reiki è attivato ma è lì che inizia il percorso vero e proprio!

Partecipate a scambi e fate esperienze: solo così potrete davvero fare un percorso con Reiki.

Partecipare agli scambi è anche l'unico modo possibile( con me :) ) per poter poi accedere al 2 livello.

Sono quindi davvero lieta di invitarvi tutti al Seminario di 1 Livello Reiki che terrò Sabato 20 Ottobre e Domenica 21 Ottobre a Genova centro in Meridiana asd dalle 10 alle 17/18.

Il seminario è a numero chiuso di almeno 4 persone a un massimo di 8.

Per info e prenotazioni contattatemi quindi al più presto e comunque entro e non oltre lunedì 15

in chat privata su FB dopo avermi chiesto l'amicizia a https://www.facebook.com/sara.cabella

o via mail a saracabella@gmail.com

o su cell al 3487228199

Commenti

Post popolari in questo blog

13 CIBI CHE ABBASSANO LA GLICEMIA

LA VOLPE: ANIMALE TOTEM

LA DEA DELLA LUNA