L'IMPORTANZA DELL'INTELLIGENZA EMOTIVA IN UNA RELAZIONE





John Gottman, uno dei più grandi studiosi dei rapporti di coppia degli ultimi tempi, ha individuato i 4 nemici principali di una buona relazione amorosa: la critica, l’atteggiamento difensivo, il disprezzo e l’ostruzionismo.Tuttavia, una serie di studi indicano che una delle chiavi per avere un matrimonio più felice e ridurre le probabilità di divorzio risiede nell’intelligenza emotiva della coppia, in particolare quella dell’uomo.
Secondo questa ricerca il 65% degli uomini aumenta la negatività nel corso di una discussione, spesso rispondendo con un atteggiamento difensivo e ostile che rivela una resistenza al partner. Pare che quando l’uomo non ha sviluppato sufficientemente la sua intelligenza emotiva rifiuta l’influenza del partner perché teme di perdere il potere. Al contrario nell'intelligenza emotiva si è in grado di percepire e prendere in considerazione le emozioni del partner. Inoltre con una buona intelligenza emotiva non si ha paura di esprimere i propri sentimenti, e anche questo aiuta ad entrare in sintonia con il partner. Un libro afferma che “gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere”.
In realtà non è del tutto vero, ci sono più cose che ci uniscono di quelle che ci differenziano, mala relazione amorosa ci mette di fronte alle nostre dinamiche più delicate e a volte fa si che ci si senta erroneamente come venuti da mondi diversi. Parlando in linea generale e del tutto indicativa, fin da piccoli siamo abituati a fare giochi che sviluppano caratteristiche differenti: i bambini cercano di raggiungere la vittoria, le bambine stimolano più l'empatia.
Nel corso del tempo, queste differenze tendono a rinforzarsi, anche se questo non significa che donne e uomini corrispondano tutti a questi modelli, ovviamente! Alcune donne possono diventare molto insensibili mentre alcuni uomini sono in grado di sviluppare una elevata sensibilità. Ma secondo la statistica solo il 35% degli uomini riesce a sviluppare una elevata intelligenza emotiva.
Una meta-analisi dice poi che conoscere l’intelligenza emotiva dei due partner è un buon modo per predire la durata di un matrimonio. Soprattutto caratteristiche come l’empatia, l’assertività emotiva, l’autocontrollo e la conoscenza di sé pare siano influenti nella vita di relazione. La capacità di identificare ed esprimere le emozioni è fondamentale per mantenere a lungo un rapporto e per sentirsi compresi e amati. Inoltre pare che quando le donne avanzano le loro lamentele in modo più gentile aggiungendo anche un tocco di umorismo, gli uomini sono molto più ricettivi e meno bellicosi. È importante che entrambi accettino l’influenza dell’altro, ammettendo i propri sbagli e  imparino ad alleviare la tensione quando accade, senza esacerbarla. L’intelligenza emotiva è un concetto difficilmente catalogabile e difficilmente attribuibile a un genere piuttosto che a un altro.
Però lo stesso Goleman notò che una delle differenze di genere è che le donne tendono ad essere più empatiche, mentre gli uomini sono più volti all’azione. L’insula, che è un ormone importatissimo nell’empatia, rimane più attiva nelle donne e si smorza quasi subito negli uomini.
Una forma non è migliore dell’altra, entrambe sono valide e portano con sè pro e contro, conoscendole possiamo usarle per nutrire il rapporto di coppia.
E infondo il rapporto di coppia è un intercalarsi profondamente nell'altro per trovare punti di incontro e unione nella differenza ...


Sara
Riproduzione consentita solo con citazione della fonte

Per partecipare al Cerchio Sacro delle Donne che terrò giovedì sera a Genova centro in Meridiana asd è necessaria la prenotazione con me in chat se siete già fra le mie amiche
oppure via mail a saracabella@gmail.com
o ancora su cell a 3487228199

Commenti

Post popolari in questo blog

LA VOLPE: ANIMALE TOTEM

NON SPIEGARE A CHI NON VUOLE CAPIRE

IL PURO AMORE DELLA MAESTRA ASCESA LADY ROWENA