SIGILLI MAGICI: L'IMPORTANZA DI PERDERE IL SIGNIFICATO


Nell'immagine la stele runica DR 68 (DK MJy 79) ritrovata ad Aarhus, Jylland, nella regione Midtjylland (v. Danske runeinnskrifter fra vikingtiden – iscrizioni runiche danesi dell’epoca vichinga)


Alla terza persona che mi chiede cosa sono i Sigilli Magici ho deciso di scriverne.
La domanda era troppo frequente e troppo bizzarra ūüėĀ.
La tecnica della sigillazione è un metodo comune a molte tradizioni la cui origine si perde nella notte dei tempi.
Non ci sono reperti archeologici che dimostrino incontrovertibilmente che anche gli antichi praticassero l'utilizzo magico che i Sigilli hanno assunto per noi nel tempo, ma si può intuire dalla complessità delle unioni di alcuni reperti, dall'armonia e dalla metodica delle figure, che probabilmente l'utilizzo energetico di queste forme era conosciuto anche nell'antichità.
Un esempio sono i Sigilli Runici: tra le principali Galdastrafir ( I famosi Sigilli Islandesi ) pervenute a noi, ne troviamo alcune che mantengono intatto il loro retaggio runico, mentre altre subiscono un’interessante contaminazione con elementi ricevuti dai trattati di magia ed alchimia medievali.
In generale, un Sigillo è un geroglifico o un simbolo con un significato mistico o magico.
Il senso in cui adoperiamo questa parola oggi √® stato per la prima volta usato dall’artista anglosassone, scrittore, chiaroveggente e mago Austin Osman Spare. Egli fu certamente una figura fondamentale nell’ambiente occultistico del suo tempo. Molto probabilmente fu iniziato all’"Ordo Templi Orientalis" da un altro mago assai celebre: Aleister Crowley. Spare √® giustamente considerato il capostipite di quella corrente moderna che va sotto il nome di Chaos Magick, la Magia del Caos.
La sua teoria √®: la mente cosciente non √® direttamente in grado di operare azioni magiche. Anzi, essa costituisce un impedimento alla magia. Invece √® la mente subconscia che opera azioni portentose. E’ dunque necessario fissare in quest’ultima l’intento magico, cos√¨ il subconscio potr√† «inconsapevolmente» manipolare le energie eteriche in modo da provocare il risultato voluto. 
E questo √® vero non solo per i Sigilli ma per tutte le forme di incantamenti e magie. 
 Pi√Ļ tardi i lavori pubblicati da Sigmund Freud e Carl Gustav Jung offriranno il fondamento teoretico sulla natura «subliminale» del lavoro sui sigilli, chiarendo che tra la «mente cosciente» e quella «subcosciente» vi sono delle vere e proprie «valvole di sicurezza».
Si tratta di un filtro che elimina dalla coscienza tutti i pensieri, tutti i ricordi e le impressioni giudicate assurde o scomode.
La creazione pratica di un Sigillo √® semplice: si formula una frase che corrisponde a un desiderio, le lettere vengono eliminate e posizionate di modo che vadano a rappresentare un geroglifico e infine si fissa il Sigillo nel subconscio. 
La cosa meno semplice √® avere lo stato di coscienza e la carica energetica ( fluido magico ) idonee per far s√¨ che il Sigillo funzioni. Una volta in cui si raggiungono stato di coscienza e carica energetica idonee, dopo molti Sigilli, in realt√† la creazione tecnica di un Sigillo non sar√† pi√Ļ necessaria. 
Un potente Mago o una potente Strega possono praticare sereni anche in metropolitana.
Azzardo: per alcuni l'eccessiva ritualizzazione e l'attivit√† manuale possono addirittura distogliere dall'inconscio e far cadere nella parte pi√Ļ meccanica dell'intelletto. 
Secondo Spare un sigillo il cui significato √® ricordato in modo cosciente √® un sigillo che non avr√† alcuna azione magica. Dunque si deve necessariamente trovare un modo per «dimenticare» il significato che sta dietro un sigillo per farlo funzionare agevolmente.
Un metodo per raggiungere questo scopo √® quello di creare il geroglifico e in un secondo momento nasconderlo alla vista dell’operatore per qualche giorno.
Quando il geroglifico (e l’intenzione a esso legata) √® stato dimenticato dalla coscienza, allora ci si potr√† caricare con la loro energia evocativa.
Per contro esiste un trucco per dimenticare, «opposto» a quello appena visto: giacch√© dal punto di vista cognitivo la nostra mente cosciente dimentica pi√Ļ facilmente un oggetto che √® visto ogni giorno e nel medesimo luogo ne segue che i geroglifici devono essere posti in punti a noi familiari e il pi√Ļ possibile «visibili». Certamente un geroglifico portato al collo o dentro una borsetta non sar√† ben visibile e dunque non potr√† essere agevolmente scordato.
Come quando viene detto che i desideri vanno formulati e poi lasciati andare ...
Tutto questo riassunto è quel che viene divulgato in modo essoterico, cioè divulgato alle masse.
Quel che √® effettivamente esoterico resta per pochi, come sempre. 
Questo non significa che persone esterne all'ambiente esoterico siano meno "efficaci" di chi è dentro. Esistono la predisposizione personale, i ricordi animici, le memorie cellulari della propria stirpe. Le attitudini personali.
... Però ricordiamoci che essoterico ed esoterico sono due cose diverse ...
Secondo il mio punto di vista, la teoria di Spare √® interessante e spiega una parte dell'attivit√†. Sperimento per√≤ che non pu√≤ essere adattata nello spiegare tutti i fenomeni magici esistenti in natura. Ad esempio la realt√† dell’influsso astrologico non pu√≤ esser fatta risalire all’inconscio umano. Stessa cosa dicasi per le cos√¨ dette «onde di forma». Chi possiede sensibilit√† radiestesica avvertir√† l’energia propria di determinate figure geometriche. Provate a casa nella tranquillit√† dei vostri salotti! Medesima cosa riguardo ai cos√¨ detti materiali, siano essi cristalli, materie metalliche, ecc.  Non √® possibile rinviare all’inconscio tutte le propriet√† riguardanti le «energie sottili».
Tuttavia il sistema sul Sigillo Magico introdotto da Spare aggiunge un tassello fondamentale nella comprensione dei fenomeni magici e sulla nostra intima compartecipazione a questo Tutto di cui facciamo parte.
L’operatore √® certamente un elemento «operante» ma nello stesso tempo √® «operato». Subisce passivamente le influenze esterne tuttavia agisce e partecipa attivamente all’opera creativa. 
In ci√≤ consiste l’opera del Vero Mago, nell’inserirsi armonicamente in questo perenne flusso e riflusso.
Creando la propria Forma e poi lasciandola andare. 

Sara

Sabato 1 e domenica 2 Dicembre terrò a Genova un seminario di 1 Livello Reiki
e mercoledì 5 Dicembre ci sarà a Genova in Meridiana un Cerchio Sacro di Donne.
Se senti un richiamo verso queste esperienze non esitare a prenotare il tuo posto via mail a saracabella@gmail.com
o chiamandomi su cell al 3487228199
o ancora scrivendomi dopo avermi chiesto l'amicizia su FB a https://www.facebook.com/sara.cabella  


Cuscino in Lino
Misura: 49 x 79 cm
€ 53,70











Commenti

Post popolari in questo blog

LA VOLPE: ANIMALE TOTEM

IL PURO AMORE DELLA MAESTRA ASCESA LADY ROWENA

NON SPIEGARE A CHI NON VUOLE CAPIRE