MAGIA VERDE: L'INCANTO DI MADRE NATURA





L’uso delle piante è legato alla magia dalla notte dei tempi. Ogni elemento naturale ( Aria, Fuoco, Acqua e Terra ) possiede, infatti, una determinata virtù connessa alla Terra e al Cielo, da cui riceve forti influenze energetiche, fungendo da intermediario tra noi e il potere della natura e del cosmo.
 Tuttavia la magia erboristica si basa sia su forme fisiche che su caratteri più sottili. Un esempio perfetto è l'odore e il profumo. La magia delle erbe è chiamata Magia Verde e per utilizzare questo tipo di intermediario è fondamentale il rispetto per la Natura.  Ringraziamo sempre quando preleviamo elementi naturali, portiamo offerte a Madre Natura ogni volta che decidiamo di andare a raccogliere ciò che ci serve e, se possibile, piantiamo qualcosa ogni volta in cui portiamo via.
Le erbe venivano usate principalmente come rimedi farmaceutici , oggi sappiamo che il loro utilizzo a scopo medicinale risale a 50.000 anni or sono.
Con la nascita della scrittura ci sono pervenuti numerosi papiri e scritti di Magia Verde, oltre a descrizioni dettagliate sull’uso di moltissime piante. 

"Esiste un certo nesso naturale tra certe lettere, parole, numeri, gesti, profumi,
cosicchè ogni idea o spirito può venire composto o evocato
mediante l’uso delle cose che sono in armonia con esso,
ed esprimono parti della sua natura.”

A. Crowley

La Magia Verde richiede pochissimi strumenti energizzati e caricati rispetto agli altri tipi di magia. Un mortaio e un pestello per tritare erbe e semi, una larga ciotola di ceramica o legno servirà per caricare le erbe con l'intento. Una pentola di vetro o smaltata sarà utile per creare infusi e decotti. Potrebbero servire anche aghi, spille, forbici, fili per confezionare sacchettini vari. 
Ci troviamo ancora in inverno ma la primavera si sta già facendo intuire con una durata delle ore di luce diurne decisamente maggiore. Prepariamoci quindi a conoscere alcuni fiori che ci accompagneranno nella prossima primavera.

IL BUCANEVE
Nella cultura celtica il bucaneve è il fiore simbolo della festa di Imbolc ( o Brigantia ).
Il bucaneve è quel piccolo fiorellino noto perché sbuca dal terreno ancora innevato e con il bocciolo ancora chiuso si apre un varco nella neve.
Per la bianchezza dei petali, il fiore è simbolo di pudore, purezza e di speranza per l'avvenire, da donare per attestare la propria solidarietà. Molteplici leggende lo hanno reso famoso nei secoli: basta raccoglierne uno nella prima notte di luna piena dopo la fine di gennaio per essere felici tutto l'anno, mentre un proverbio sostiene che "una primavera senza bucaneve vuol dire un'estate senza frutti".

LA PRIMULA 
Il fiore della primavera è un vero amuleto della felicità ( ricordando che l'amuleto ha potere difensivo e di protezione, mentre il talismano ha potere attivo di favorire un determinato evento fortuito ) . La primula è capace di allontanare il male in tutte le sue forme e di favorire un sonno tranquillo: in effetti, questo fiore commestibile, utilizzabile nelle insalatine di stagione, ha virtù terapeutiche contro l’insonnia.

IL NARCISO
Il profumatissimo fiore che sboccia da febbraio ad aprile era ingrediente di pozioni magiche per assumere un aspetto bellissimo agli occhi della persona amata, proprio come il Narciso della mitologia greca, talmente bello da innamorarsi di se stesso.

Tutte queste erbe, come sempre, non sostituiscono le terapie mediche, sono qui elencate per essere sistemate in sacchetti e vari contenitori per favorire stati d'animo benevoli e fortuna, non per uso commestibile.
I fiori e le erbe ad uso commestibili vanno acquistati in erboristeria o raccolti da esperti e da esperti lavorati prima dell'assunzione.
Se seguite cure mediche quotidiane occorre informare il proprio medico prima dell'assunzione di erbe per sincerarsi che le stesse non vadano in urto con le terapie convenzionali.

Detto questo: 
Andate per vie di campagna, prati e boschi.
Aprite il cuore, annusate, osservate e sfiorate. 
Lasciate che il vostro fiore si faccia avanti verso di voi e se decidete di raccoglierlo non dimenticate di ringraziare e di lasciare piccoli semi, biscotti, gocce di cioccolato a ringraziamento e testimonianza del vostro passaggio.
Può accadere che arrivi un messaggio dal fiore ancora con le sue salde radici sepolte nella terra, o che portandolo a casa e procedendo all'essicazione o alla visione, molti buoni cambiamenti avvengano.
Dentro e fuori di voi.
Ve lo auguro.
E buone feste di Febbraio.

Sara
Riproduzione consentita con citazione della fonte 

Sabato e domenica 2 e 3 Febbraio terrò un seminario di 1 livello reiki a Genova e mercoledì 6 custodirò un Cerchio Sacro delle Donne.
Martedì 19 febbraio condivideremo in Meridiana asd la Benedizione Mondiale del Grembo e il Dono agli Uomini del Divino Femminile.
Vi ricordo che sono presente tutti i giovedì e venerdì in Genova centro con le sedute personali di naturopatia, cristalloterapia e riequilibrio energetico
Per info e prenotazioni scrivetemi via mail a saracabella@gmail.com
o chiedetemi l'amicizia su FB alla mia home https://www.facebook.com/sara.cabella
Potete seguirmi anche sulla pagina FB https://www.facebook.com/LaSorgenteDellaDea/?
Vi aspetto!

Manuale di Magia Verde
L'uso di erbe e piante in Magia
Voto medio su 1 recensioni: Buono
€ 21,00









Commenti

Post popolari in questo blog

LA VOLPE: ANIMALE TOTEM

NON SPIEGARE A CHI NON VUOLE CAPIRE

IL PURO AMORE DELLA MAESTRA ASCESA LADY ROWENA