STORIE DI NON AMORE





Io ti allontano per il mio benessere ma non ti giudico.
Io non lo so perchè tu sei spinto a compiere le azioni che fai, nemmeno cerco di interpretarlo, nemmeno lo scuso o lo condanno.
Me ne vado perchè il tuo modo di essere mi è nocivo, perchè non mi sento rispettata, amata, protetta. Perchè non puoi o non vuoi riconoscere il mio valore e mi svilisci.
Io non lo so se sei narcisista, anafettivo, affetto da chissà che turba del comportamento, se non sei interessato a me, o semplicemente sei solo molto superficiale. Questo è affar tuo. Il mio affare invece è che non mi sento riconosciuta e quindi dopo un pò se sono integra, se non proietto sulla relazione le mie problematiche irrisolte, il mio dolore, le mie credenze nocive sull'amore, se coltivo un sano amor proprio e un sano amore per te, il mio sentimento finisce ed io mi allontano. 
La differenza fondamentale tra comprendere e interpretare.
La vera comprensione passa dall'accettare e accogliere l'altro così come è.
Se ci pensi, se davvero riuscissi a farlo, se vedessi l'altro nei suoi limiti e nella sua momentanea o permanente incapacità di darti amore, accoglieresti semplicemente il fatto senza cercare di trovare scuse o colpe. E ti allontaneresti e basta, naturalmente.
Manipolazione, isolamento, aggressioni verbali e comportamenti aggressivi passivi come minacce, umiliazioni, intimidazioni sono comportamenti abusanti. Che vengono utilizzati anche dalle donne a volte. 
Non sottintendono mai l'amore. Celano sempre problemi irrisolti. Da parte dell'abusante e dell'abusato. 
E possono essere risolti solo singolarmente, uno per uno, abusante per sé e abusato per sé.

Alcuni anni fa parlai con una donna che aveva avuto un compagno che per un certo numero di anni era stato affetto dal problema dell'alcol. Non eravamo in sede di consulenza, era una donna che ho incontrato durante una vacanza. Mi colpì molto il suo racconto.
Dopo un paio di anni di sopportazione dell'alcolismo del compagno ad un tratto in lei era sorta una serena e pacata accettazione del fatto. Aveva compreso che lui era fatto così e che lei non avrebbe mai potuto farci nulla. Senza recriminazioni, odi, dolore, un giorno se ne era semplicemente andata lasciando una lettera di commiato.
Cambiò proprio città.
Dopo 4 anni se lo vide rispuntare davanti.
Abbandonato e solo lui era stato costretto a guardare in faccia il suo problema ed era entrato in una clinica per alcolisti, superando la dipendenza e tornando a lavorare. L'aveva cercata per ringraziarla di averlo lasciato. 
Non tornarono mai più insieme. 
Ma restarono amici fino alla morte di lui.

C'è sempre un'altra strada, una seconda possibilità, una nuova amicizia, una terza scelta.
In tutto questo l'amore è il filo d'argento che unisce tutte le relazioni.

E scambiare l'abuso, il disinteresse,  il possesso, lo svilimento, il sopruso, la prepotenza con l'amore è la cosa peggiore che possiate fare.

Sara
(Riproduzione consentita con citazione della fonte https://lasorgenteeladea.blogspot.com/ )

Mercoledì 19 terrò a Genova in Meridiana una serata esperienziale sul 4 chakra aperta a uomini e donne.
Inoltre sono presente tutti i giovedì e venerdì in Genova centro con le sedute individuali di riequilibrio energetico e consulenze naturopatiche.
Se senti un richiamo verso queste esperienze non esitare a prenotare il tuo posto via mail a saracabella@gmail.com
o chiamandomi su cell al 3487228199
o ancora scrivendomi dopo avermi chiesto l'amicizia su FB a https://www.facebook.com/sara.cabella

Amore Perfetto, Relazioni Imperfette
Curare la ferita del cuore
€ 9,00





Commenti

Post popolari in questo blog

LA VOLPE: ANIMALE TOTEM

NON SPIEGARE A CHI NON VUOLE CAPIRE

IL PURO AMORE DELLA MAESTRA ASCESA LADY ROWENA