IL PERICOLO DEL VEDERE SOLO LUCE





Ogni volta in cui sento qualcuno dirmi che cerca di pensare positivo e di vedere i lati buoni delle cose mi attanaglia una certa preoccupazione.
Questa moda, riprogrammata su ogni avvenimento e ogni persona, indipendentemente dal carattere di ciascuno e dalla situazione, sta creando problemi a molti. O almeno di certo non li rende consapevoli.
Ognuno di noi ha dentro di sé ombre e luci.
Cioè parti visibili che conosciamo e che sono già illuminate, e parti ancora in ombra, cioè non viste chiaramente. E questo è vero per tutti noi fino a quando siamo in vita, se no saremo già trascesi dal corpo. I Maestri sono esseri che hanno già compiuto tutto il percorso umano e sono in una struttura vibrazionale diversa, cioè sono morti con il corpo. Avere un corpo fisico ci colloca automaticamente in una frequenza che corrisponde alla gioia, si , ma anche al dolore. Un Maestro asceso non può tornare nella terra con un corpo materico perchè la sua frequenza non lo permetterebbe, così come noi non possiamo illuderci di essere su un altro piano. Perchè sarebbe appunto solo un'illusione. Così come è un'illusione pensare che uomini spirituali del passato( che poi chissà se sono esistiti, se volevano dire veramente quello che ci è arrivato, come vivevano e chi erano veramente) fossero già trascesi durante l'esperienza terrena. O che una persona che si pone come tale lo sia davvero ... e mica per nulla si dice che i propri idoli è sempre meglio non conoscerli troppo da vicino ☺☺ ...
Ovvio che rispetto a un avvenimento o un obbiettivo è senza dubbio meglio attuare quello che viene detto"pensiero laterale", quindi riconoscere aspetti che possono darci la possibilità di trovare una soluzione. Ovvio che se io inizio un progetto è meglio che il mio pensiero sia propositivo verso quell'esperienza, cioè è più utile che riesca a farmi un piano di azione con l'idea che la cosa possa funzionare. Se parto già demotivata o non faccio nulla, o mi boicotto da sola. Questo mi sembra ovvio.
Detto questo però vedo spesso accadere che tutti questi fautori del pensiero positivo per forza, "tutto è luce", "tutto è bene", celino, neanche troppo velatamente tra l'altro, un potente lato ombra. E così sorgono i conflitti che si proiettano fuori, diventa difficile il confronto con gli altri, si tende a isolarsi, a non stare bene, a sentirsi in difficoltà. Il problema in genere nasce nelle relazioni, di amicizia, d'amore. E il punto è che non si sa manco il perchè. Nella peggiore delle ipotesi questo dolore non riconosciuto diventa malattia fisica.
Dentro di noi accade un conflitto e questo conflitto si proietta all'esterno.

Esite uno Spazio di Silenzio in cui dolore e gioia sono le infinite possibilità della Vita. Un luogo in cui soffrire ed essere felice corrispondono e non abbiamo bisogno di fare nulla. Pizzicare questo Spazio è un Miracolo. Lì si apre l'eternità e non c'è alcun bisogno di scappare. Lì è ovvio che ombre e luci esistono e crolla la  necessità di dirsi che sia tutto luce. Lì è perfetto quello che accade, così come accade. Ogni attimo è il fine, ogni esperienza è il risultato stesso.

Per manifestarsi questo Spazio ha bisogno del nostro essere duali.
Ha bisogno del nostro accettarci nelle nostre debolezze e nei dolori che non vorremmo mai sentire.
Di quello che sta in superficie e di quello che sta nascosto.
Importante però per il benessere di corpo e mente, e per portare un minimo di consapevolezza reale e Regale a questa nostra forma, riconoscere ogni cosa. Restare consapevoli che quello che accade fuori ci rimanda qualcosa che accade dentro e viceversa.
Restare consapevoli che a volte i nostri malesseri non sono semplici campanelli d'allarme verso un pericolo esterno( che può anche essere, io non sto dove non sto bene, solo cerco anche di non proiettare fuori il mio malessere), ma nascondono un pericolo ben più insidioso che sta dentro di noi e non fuori.
Allora ripetersi 100 volte che sto benissimo, che tutto va bene, che siamo felici e che tutto è luce non fa che seppellire sempre di più quello che sta sotto, nell'inconscio, che come un iceberg si solidifica e cresce maggiormente nel freddo e nel gelo di un luogo ignoto.

Ancora peggiore quando questo non ci limitiamo a farlo nei nostri affari, ma lo estendiamo al prossimo lanciandoci in variegate interpretazioni dello scopo dell'anima dell'altro, dei suoi problemi, delle sue patologie, finendo in genere a sostenere che se l'altro sta male è perchè infondo se lo cerca o le va bene così o ne ha bisogno...
.... Se io mi trovo di fronte ad una persona che soffre, il mio compito è quello di aprire il cuore e accettare di sentire il suo dolore, in questa condivisione mi impegno a lasciare che sia chi ho di fronte a manifestare il suo tormento per poi risalire verso sponde più quiete. Io solo accolgo e a un certo punto innalzo il mio stato. Se ho creato reale empatia e unione con l'altro, anche l'altro innalzerà il suo.
Questo lo faccio se me la sento e se ne ho voglia, se posso, se sono in grado di farlo. Se no dico no. Ma resto consapevole che è un mio limite. E accetto il fatto senza giudicarmi.....
Molti terapeuti che lavorano in energia e che dimenticano questo aspetto a lungo andare finiscono con l'ammalarsi. E' doveroso per sé e per il prossimo vedere i propri limiti. Non aggirarli.

Se poi avete un pò di quello che viene detto "fluido magico" o "vril" o molta energia e rifiutate di guardare in faccia ai vostri rancori, ai dolori, a quello che bloccate, aumenteranno i problemi perchè inconsapevolmente andrete a creare e attrarre proprio quello che sta nell'inconscio, le paure e i dolori già provati ...
Fateci caso.
Provare per credere.

Sara
Riproduzione consentita solo con citazione della fonte https://lasorgenteeladea.blogspot.com/

Sono presente tutti i giovedì e venerdì in Genova centro con le sedute individuali di riequilibrio energetico e consulenze naturopatiche.
Se senti un richiamo verso queste esperienze non esitare a prenotare il tuo posto via mail a saracabella@gmail.com
o chiamandomi su cell al 3487228199
o ancora scrivendomi dopo avermi chiesto l'amicizia su FB a https://www.facebook.com/sara.cabella

Anima e Ombra - Nella Nascita del Madremondo
Il viaggio di guarigione di una Sacerdotessa di Avalon
€ 32,00








Commenti

Post popolari in questo blog

LA VOLPE: ANIMALE TOTEM

NON SPIEGARE A CHI NON VUOLE CAPIRE

IL PURO AMORE DELLA MAESTRA ASCESA LADY ROWENA