SOLE IN TORO: TROVARE "CASA" NEL CUORE DELL'ALTRO

Domenica 19 Aprile alle ore 14:46 l'amico sole entra in Toro.

Quando il sole entra nel segno del Toro io so che Beltane si avvicina.
Anche chiusi in casa, anche nelle difficoltà, la natura sboccia nei suoi fiori, nei suoi colori e il nostro cuore si riempie ancora di calore.
Nonostante tutto.

Questo segno regala calma e pazienza e ci spinge verso la Bellezza, l'arte, quell'armonia delle forme specchio dell'armonia interiore. Potrebbe portare un po' di difficoltà a parlare dei propri problemi e quindi, se non stiamo in presenza, potremmo avere un po' di incapacità a comunicare i profondi abissi del nostro animo con chi ci sta vicino.
Il Toro è un segno piuttosto conservatore: sta bene quando la sua vita si basa su valori solidi, quando attorno può coltivare stabilità. C'è bisogno di sicurezza e concretezza per aprire il cuore e coltivare quelle emozioni profonde e quei sentimenti così cari a questo segno.
Sentiamo più intensamente l'esigenza di prenderci cura della nostra famiglia: sia famiglia di sangue che famiglia d'anime. Siamo ligi e responsabili sul lavoro anche se una certa dose di pigrizia potrebbe aleggiare nell'aria ... solo se spinti da una grande motivazione ci muoviamo.
Se si hanno problemi a comunicare a parole le proprie emozioni, l'espressione artistica è invece molto sviluppata.

Questo Sole cade in VIII casa.
È una casa misteriosa, profonda, occulta, è il sacrificio, il significato che diamo alla morte, ma è anche potenziale creativo, fascino, magnetismo, l'inconscio e l'attrazione per l'occulto, la realizzazione spirituale. Può essere vita o morte, sacrificio o indulgenza.

Il Sole in Toro in questa casa ci apre alle esigenze profonde del prossimo: troviamo il senso di "casa" nel cuore dell'altro. Si comprendono i valori sociali e le esigenze del collettivo e ci si prodiga volentieri in un senso di unità davvero raro: la creatività e la curiosità vengono utilizzate nella collaborazione.

E' nell'altro che troviamo"casa".
Questo periodo e questi spostamenti planetari richiamano una profonda introspezione e ascolto del nostro cuore prima di tutto: occorre accostarci a ciò che davvero ci riporta a noi stessi, che davvero parla della nostra anima e dei nostri sentimenti.
Ora sarebbe davvero stupido sprecare questo tempo specchiandosi in relazioni e situazioni che non riflettono quella parte profonda e ancestrale di noi ...

Quanto gli influssi planetari ci influenzano?
Dipende come al solito.
Dipende dal nostro tema natale e anche da quanto siamo sensibili a questi campi e a queste energie.
Toro e tutti i segni di Terra ( Toro, Vergine e Capricorno ) in genere risentono maggiormente di questo passaggio. In che modo? Dipende. Se sono già in una situazione di stabilità se la godono e se invece la stabilità ancora manca potrebbero andare un po' in sofferenza.
Lo Scorpione per esempio, che è segno opposto al Toro, potrebbe viversi piacevolmente questo passaggio, se per esempio ha già trovato un suo equilibrio tra i suoi tipici eccessi o se grazie a questo influsso riesce a trovare dentro di sé dolcezza e pazienza ... se invece è ancora pienamente avvinto tra le sue "morti e rinascite" tutta questa pacatezza potrebbe irritarlo ancora di più.

I segni "opposti" sono sempre quelli che incarnano di più l'idea di relazione karmica ed evolutiva.
Se si riescono ad incontrare possono davvero trovare sè stessi, se al contrario si perdono, spesso perdono una parte di loro stessi.
Occorre sempre aprire il cuore per permettersi di conoscersi e amarsi e amare e conoscere il prossimo.
Quindi Scorpioni se in questo mese avete a che fare con dei Toro, e viceversa, buon lavoro: alla fine potreste trovare davvero la vostra "casa".

Inoltre: quando parliamo di energie sottili parliamo di qualcosa che ancora di fatto non è misurabile.
Alcuni sono sensibili e altri no.
Io stessa per esempio sento alcune energie mentre altre mi toccano meno.
Alcuni sentono tantissimo i movimenti astrologici, tanto che questi condizionano anche gli eventi e le situazioni della loro vita. Altri invece quasi non se ne accorgono.
E' soggettivo, non è scientifico.
Occorre sperimentare.
Occorre vivere.
Una volta ho letto che non c'è nessun mistero: che l'unico mistero siamo noi e noi ci sveliamo a noi stessi solo vivendo.

Un abbraccio e buon proseguimento.
Sara

Sono disponibile con i trattamenti a distanza di riequilibrio energetico e coaching, con il channeling e la lettura dei tarocchi via mail e per telefono che saranno scontate fino alla fine di questo intenso periodo.
Inoltre riprendono le stesure dei Temi Natale, anche questi scontati.
Scrivetemi in privato a saracabella@gmail.com

Riproduzione consentita con citazione della fonte
https://lasorgenteeladea.blogspot.com/



Commenti

Post popolari in questo blog

LA VOLPE: ANIMALE TOTEM

NON SPIEGARE A CHI NON VUOLE CAPIRE

IL PURO AMORE DELLA MAESTRA ASCESA LADY ROWENA